Come igienizzare i nostri guanciali

Come tutti sappiamo, l’igiene personale è il primo passo per cercare di rimanere sempre in buona salute. Un errore che però molti fanno è sottovalutare l’importanza di una buona igienizzazione periodica della biancheria per il letto. In particolare, pensiamo ad esempio ai nostri guanciali: ogni notte teniamo la testa appoggiata al cuscino per molte ore, mettendo quindi la nostra pelle a contatto diretto con esso. Questo continuo contatto rende indispensabile tenere il nostro cuscino sempre igienizzato e pulito poiché le impurità e la polvere che possono accumularsi su di esso potrebbero portare danni alla nostra pelle e non solo. Ovviamente, il cuscino rappresenta un elemento abbastanza delicato e dunque per eseguire una buona pulizia e igienizzazione occorre fare attenzione ad alcuni procedimenti.

Ogni quanto bisognerebbe lavare i cuscini?

Veniamo alla domanda che in molti si pongono: ogni quanto tempo è necessario lavare e igienizzare i nostri guanciali? Ovviamente, non vi è una risposta universale poiché tutto dipende da come il nostro cuscino viene utilizzato. Se infatti siamo solite coricarci con ancora il viso truccato (scelta sbagliata e assolutamente sconsigliata) il cuscino andrebbe lavato e igienizzato molto spesso per eliminare le impurità; lo stesso vale nel caso in cui ci si corichi a letto con indumenti sporchi. Vi sono poi altre variabili e per questo il lavaggio dei cuscini viene considerato una scelta molto personale.

Alcune persone ritengono che lavarli una volta al mese sia essenziale, mentre altri ritengono che il lavaggio debba avvenire più di rado o ancora più spesso. Per cercare di fare una media tra le diverse opinioni, viene generalmente consigliato di lavare i propri cuscini almeno una volta a ogni cambio stagione, per un totale dunque di almeno quattro volte all’anno. Ancor meglio se questa pulizia profonda dei nostri cuscini viene accompagnata da una pulizia profonda anche del materasso stesso, facendo attenzione al cambio e alla pulizia anche del coprimaterasso.

Come lavare e igienizzare i guanciali in lattice

Tra i cuscini più utilizzati vi sono senza dubbio quelli in lattice. Per questa tipologia di cuscini si consiglia un lavaggio a mano immergendoli all’interno di una bacinella con acqua tiepida, aceto; nel caso si voglia aggiungere un profumo gradevole, si può usare un detergente delicato profumato. Il cuscino dovrebbe essere tenuto a bagno almeno per una notte intera e poi risciacquato con cura. Per l’asciugatura sarebbe indicato posizionare il cuscino all’aria aperta evitando il contatto diretto con i raggi solari. Per i guanciali in lattice è sconsigliato il lavaggio in lavatrice poiché i movimenti del cestello potrebbero rovinare la sua composizione.

Come lavare e igienizzare i guanciali in piuma d’oca

Veniamo ora a un tipo di cuscino davvero molto amato, quello in piuma d’oca. In questo caso abbiamo cuscini molto delicati e morbidi, per questo viene consigliato un lavaggio a mano molto delicato, immergendo i cuscini in una bacinella con acqua fredda, succo di limone e una manciata di sale grosso. Anche in questo caso occorre lasciare il cuscino nell’acqua tutta la notte per poi risciacquarlo con cura e metterlo ad asciugare all’aria aperta. Vista la delicatezza del cuscino, sarebbe importante anche cercare di distribuire al meglio le piume al suo interno, massaggiandolo affinché già dall’asciugatura il cuscino risulti omogeneo e morbido in ogni punto.

Come lavare e igienizzare i guanciali sintetici

Per quel che riguarda i cuscini sintetici, come ad esempio quelli costituiti principalmente da poliestere, il lavaggio risulta molto più semplice. In questo caso è infatti possibile lavare il cuscino in lavatrice tramite un programma per delicati e una centrifuga possibilmente leggera. Per igienizzarlo e donare al cuscino un ottimo profumo è possibile utilizzare un detersivo delicato al quale aggiungere dell’aceto bianco per ottimizzare ancor di più i risultati.

Consigli ulteriori sul lavaggio dei cuscini

Dopo aver visto nel dettaglio come lavare e igienizzare i diversi tipi di guanciali, è bene dire che la prima cosa da fare è sempre controllare le etichette; qui vi sono sempre riportate le indicazioni più giuste per lavare il cuscino in questione nel migliore dei modi. Altri consigli generali e molto importanti, sono l’utilizzo di detergenti quanto più delicati possibili e l’utilizzo di acqua calda per un risciacquo accurato e attento. Infine, è importantissima una buona asciugatura prima di poter nuovamente utilizzare il guanciale.